Antiriciclaggio con l’ODCEC di Bologna. Collegio sindacale per i commercialisti con adeguata verifica se il rischio non è poco significativo.

Mercoledì 25 settembre 2019, nella cornice del Convento San Domenico di Bologna, si è tenuto un importante convegno organizzato da Veda in collaborazione con l’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili e la Fondazione dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna.

I temi di grande attualità affrontati sono stati quelli relativi alle novità 2019 concernenti gli obblighi del collegio sindacale con funzione di revisione e la normativa antiriciclaggio per revisori e Dottori Commercialisti.

La giornata, con il coordinamento dei lavori svolto da Antonella Pasini, Commercialista dell’ODCEC di Bologna, si è aperta con l’intervento del Dott. Giuseppe Pipicella, Direttore Marketing di Veda, incentrato sulla crucialità della tematica dell’antiriciclaggio di cui Veda ha fatto la propria attività core, grazie ad un nutrito gruppo di lavoro composto dai migliori esperti in materia di antiriciclaggio.

Sempre il Dott. Giuseppe Pipicella, in chiusura dei lavori, con grande orgoglio presenta ai partecipanti un evento che sarà diffuso in molte città del nord, interamente dedicato alle segnalazioni di operazioni sospette, e che è già in calendario per la prossima formazione antiriciclaggio.

La relazione del convegno è stata tenuta dal Dott. Giuseppe Sciarretta, del Comitato Scientifico di Veda, componente della Commissione Antiriciclaggio dell’ODCEC di Milano e già Ufficiale della Guardia di Finanza.

Il Dott. Giuseppe Sciarretta, come già evidenziato dal Dott. Donato Montagna del nostro Centro Studi, ha portato all’attenzione dei partecipanti alla giornata formativa, un aspetto particolare nella qualificazione di prestazione a rischio non significativo dell’incarico di sindaco quando svolto senza la revisione legale.

Scarica il materiale dell’evento

L’analisi che è stata condotta, ha messo in evidenza che la prestazione di sindaco senza la revisione, svolta dal dottore Commercialista, pur se correttamente individuata nelle recenti regole tecniche antiriciclaggio del CNDCEC, con un rischio non significativo e quindi con una regola di condotta ai fini dell’adeguata verifica limitata, deve comunque essere valutata in termini di analisi del rischio di riciclaggio da parte del professionista.

Il CNDCEC correttamente chiarisce ai Dottori Commercialisti, che la rilevazione di un rischio non significativo si pone a valle di un processo di valutazione, che comunque dovrà essere svolto dal commercialista che è stato nominato o sta per essere nominato componente del collegio sindacale di una impresa senza la revisione legale.

In effetti, il CNDCEC, ha chiarito che il commercialista che svolge la funzione di sindaco (senza la revisione) si deve discostare dalla regola di condotta che prevede la semplice conservazione del verbale di nomina, per adottare le misure di adeguata verifica semplificata, ordinaria o rafforzata, quando ritiene che il grado di rischio inerente si collochi ad un livello maggiore rispetto a quello “non significativo”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *