Go to Top

I professionisti destinatari della normativa antiriciclaggio

La normativa antiriciclaggio, oltre alle banche e ad altri operatori finanziari, è applicabile ai professionisti e ai revisori contabili.
Tutte le volte che nella normativa antiriciclaggio si fa riferimento ai professionisti, i soggetti che rientrano in questa categoria sono i seguenti:
– soggetti iscritti nell’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili;
– soggetti iscritti nell’albo dei consulenti del lavoro;
– soggetti iscritti nell’albo dei notai;
– soggetti iscritti nell’albo degli avvocati;
– ogni altro soggetto che svolge in maniera professionale l’attività in materia di contabilità e tributi;
– centri elaborazione dati contabili e fiscali;
– centri di assistenza fiscale CAF e patronati;
– prestatori di servizi relativi a società e trust;
– soggetti iscritti nel registro dei revisori contabili.
Dal 29/12/2007, per i professionisti, si è introdotto tra l’altro il concetto di adeguata verifica del cliente, e gli obblighi sono diventati i seguenti:
• L’identificazione della clientela
• Il controllo costante nel tempo
• La registrazione delle informazioni
• La limitazione all’uso del denaro contante
• La comunicazione delle infrazioni all’uso del denaro contante
• La segnalazione delle operazioni sospette
• La formazione
Per tutti questi soggetti, la vigilanza degli obblighi in materia di normativa antiriciclaggio, è affidata alla Guardia di Finanza, per espressa previsione di legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *