Go to Top

Brescia 22/10/15. Con l’ODCEC di Brescia la verifica degli adempimenti antiriciclaggio e i controlli della Guardia di Finanza.

come identificare il titolare effettivo

L’iniziativa sulla materia dell’antiriciclaggio, promossa dall’ODCEC di Brescia, ha visto la partecipazione di ben trecento professionisti provenienti dalla provincia lombarda e non solo.

In effetti, l’Ordine lombardo, è già da tempo che risulta molto sensibile all’argomento della normativa di prevenzione del riciclaggio ed alla sua divulgazione.

Brescia_22-10-15_142250_350x200A fare da cornice al Convengo sui Controlli della Guardia di Finanza e sulla Verifica degli adempimenti antiriciclaggio negli studi professionali è stato il Centro Congresso Artigianelli di Brescia, teatro della conferenza voluta dall’Odcec di Brescia e sponsorizzata da Veda Formazione e da Datev Koinos.

In questa giornata di grandissima partecipazione dei Dottori Commercialisti, sulla normativa antiriciclaggio, con il seguente programma, hanno preso la parola, i seguenti relatori:

Rag. Francesco Forbek
Vice Presidente ODCEC Brescia – Delegato area antiriciclaggio

Dott.sa Adriana Valgoglio Gambato
Coordinatore Commissione Antiriciclaggio ODCEC Brescia

Dott. Antonio Fortarezza
Commissione Antiriciclaggio ODCEC di Milano
Autore e docente in materia di antiriciclaggio per i professionisti

Maggiore Samuel Bolis
Maggiore della Guardia di Finanza
Comandante del Gruppo Tutela Economia del Nucleo di Polizia Tributaria di Como

Brescia_22-10-15_142325_350x200Una interessantissima introduzione è stata svolta dal Vice Presidente dell’ODCEC di Brescia Francesco Forbeck, che ha illustrato una serie di iniziative svolte dall’ODCEC di Brescia sulla materia dell’antiriciclaggio, evidenziando altresì la piena collaborazione al sistema da parte dei professionisti.
In aggiunta, la Dott.ssa Adriana Valgoglio Gambato, coordinatore della Commissione Antiriciclaggio dell’ODCEC di Brescia, ha delineato le principali attività del sistema di prevenzione del riciclaggio che i professionisti devono svolgere, ricordando ai Dottori Commercialisti presenti, la realizzazione di un importante quaderno sull’antiriciclaggio realizzato dall’ODCEC di Brescia.

Brescia_22-10-15_142302_350x200A seguire, ha preso la parola il Dott.Fortarezza Antonio, il quale è entrato immediatamente nel merito di uno degli aspetti su cui si è concentrato il convegno, e cioè la conoscenza del cliente.
Il relatore, alternando sapientemente aspetti teorici legati alla norma con esempi pratici scaturiti dalla casistica in materia, si è addentrato nel difficoltoso campo delle responsabilità dei professionisti, che sono legate sia al rischio di coinvolgimento degli stessi in condotte penalmente rilevanti del cliente, che legate alle omissioni e inadempienze della normativa antiriciclaggio.
Una interessantissima casistica è stata effettuata sulla valutazione del rischio e su alcune indicazioni di anomalia che le autorità competenti hanno diffuso.
La compenetrazione tra elementi oggettivi ed elementi meramente soggettivi non facilita la vita degli studi professionali che si accingono a dover confrontarsi con la verifica degli adempimenti richiesti, perciò nel suo intervento il Dott. Fortarezza ha fatto chiarezza sui molti punti critici, rispondendo all’occasione anche alle domande provenienti dalla platea, che vedevano nell’identificazione del titolare effettivo numerosissime criticità.

Brescia_22-10-15_142136_350x200L’identificazione del titolare effettivo rappresenta a tutti gli effetti, uno degli aspetti maggiormente critici della materia e dei relativi adempimenti antiriciclaggio negli studi professionali. L’intervento del relatore non si è limitato ad un mero aspetto teorico, addentrandosi invero nel pratico e seguendo anche le orme di quelle che saranno le evoluzioni future, facendo riferimento ed anticipando la IV Direttiva europea approvata nel giugno scorso, che vedrà l’istituzione di un registro centrale per ciascun Stato membro in cui saranno indicati i nominativi e gli estremi dei titolari effettivi.

Nel terminare il suo intervento, il Dottor Fortarezza ha voluto introdurre un concetto conclusivo  che ha fatto da ideale cerniera tra la verifica degli adempimenti antiriciclaggio negli studi professionali e l’altro focus del Convegno, i controlli della Guardia di Finanza: le misure organizzative cui si devono attenere gli studi ai fini di contrastare il riciclaggio.

Brescia_22-10-15_142148_400x200Successivamente ha preso la parola il Maggiore della Guardia di Finanza Samuel Bolis, il quale ha dato il via al proprio intervento inerente le ispezioni ed i controlli della Guardia di Finanza, facendo una interessantissima ricostruzione degli elementi di diritto su cui la normativa è imperniata, introducendo a maggior chiarimento, evidenze normative di carattere internazionale.

L’Ufficiale della Guardia di Finanza, ha chiarito altresì, che il riciclaggio è un nemico da contrastare sia a livello nazionale che internazionale, e che tutto il sistema, e quindi il coinvolgimento dei professionisti nella collaborazione attiva, deve fare la propria parte..

Collegandosi a questo aspetto ed ai fini di una migliore definizione del quadro d’insieme, il relatore ha evidenziato una serie di delitti particolarmente gravi, che rischiano di vedere coinvolti anche i professionisti, e che proprio con l’adeguata verifica trovano uno strumento per evitare il loro coinvolgimento, e quindi evitare le sanzioni sia di natura penale che amministrativa.

Continuando nel percorso di definizione delle ispezioni e dei controlli della Guardia di Finanza si è poi entrati nel merito degli aspetti operativi, andando ad evidenziare alcuni aspetti della circolare della Guardia di Finanza sui controlli negli studi professionali, non tralasciando di elencare quali siano i poteri investigativi dei reparti deputati alle ispezioni antiriciclaggio.

I lavori si sono poi conclusi con una serie di quesiti provenienti dai presenti in platea, permettendo anche agli ultimi dubbi rimasti di essere dissipati definitivamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *